gennaio 18, 2011 | In: Cultura e Arte

“Quindi?” il tour teatrale di Max Gazzè è arrivato a Mestre

Max Gazzè - "Quindi?"
"Quindi? - Tour teatrale 2010-2011"

La copertina dell'ultimo album di Max Gazzè

Si è riaperta sabato 15 gennaio 2011, al Teatro Toniolo di Mestre la seconda tranche del “Quindi? Tour teatrale 2010/2011”, il tour dell’artista italiano Max Gazzè. Due ore e mezza di musica d’autore, con i vecchi e i nuovi successi del cantante. Un cantastorie, questo è Max Gazzè, che fin dagli esordi ci ha abituati a canzoni i cui testi sono poesie. Il cantante e bassista romano, che è tra gli artisti più interessanti della musica italiana nonché cantautore e musicista, continua i suoi viaggi e i suoi percorsi musicali, esibendosi live, in giro per i teatri italiani grazie alla gran richiesta e il tutto esaurito registrato durante la prima parte del suo tour. Sul palco Max Gazzè, con il suo immancabile basso, è arrivato in veste di cantastorie, presentandosi al pubblico con una prima sessione acustica suonata con Clemente Ferrari, alla fisarmonica e alle tastiere; Giorgio Baldi, alla chitarra;  Luca Trolli, alla percussioni e alla batteria. Canzoni vecchie riarrangiate e tanta voglia di dialogare col pubblico: è un Max Gazzè un po’ diverso dalle ultime performance cui abbiamo assistito. Un Gazzè che non delude, raccontando emozioni nello spazio intimo del teatro e lasciandosi andare a battute e a risate con gli altri compagni della band. Anche con questo concerto ne abbiamo lo conferma: è proprio di Max Gazzè il voler parlare di sentimenti umani e delle vicende quotidiane. L’artistae lo fa attraverso i successi degli ultimi anni: “Il solito sesso”, “Una musica può fare”, “La favola di Adamo ed Eva”,”L’amore pensato”, “Il timido ubriaco”,”Vento d’estate”, “L’uomo più furbo”. E ancora una intensa “Elogio alla sublime convivenza”,  “ Su un ciliegio esterno” ealtri vecchi successi. Le storie di Max sono diverse l’una dall’altra, e quasi te li vedi questi personaggi raccontati dalla calda voce dell’artista. I personaggi e le loro vicissitudini, scampoli di vita quotidiana vissuta.  La prima parte acustica è stata solo il preludio preludio al concerto vero e proprio, dove i musicisti hanno riconfermato la propria “padronanza del sound elettronico” proponendo anche i brani del nuovo album “Quindi?”,”Mentre dormi” e “A cuore scalzo” “La cosa più importante” “Impercettibili”. Max Gazzè è un artista “poliedrico”: prima, il suo riuscito “debutto da attore” al cinema in “Basilicata Coast To Coast”, poi, in teatro, è stato Erode nel musical “Jesus Christ Superstar” e adesso questo tour nei teatri. Quasi tre ore di musica per perdersi nelle emozioni ed uscire con la sensazione di essere evasi per un po’ dalla realtà quotidiana e aver toccato con mano la realtà immaginata dalle favole del cantautore. Perché in fondo è questo quello che…una musica può fare.

Maila Nuccilli

I commenti sono chiusi.

-->
Questo sito utilizza cookie di profilazione, eventualmente anche di terze parti. Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più consulta la cookie policy
x