febbraio 1, 2011 | In: Ambiente, Economia e mondo produttivo

In Kite we trust – Un aquilone per produrre energia

In realtà la Kite Gen, azienda italiana votata allo sviluppo dell’energia eolica (www.kitegen.com), intende sfruttare l’energia prodotta dal vento in alta quota per produrre efficacemente energia elettrica. Il progetto, tutto italiano, diventerà prototipo il prossimo autunno con l’avvio di Stem, una “centrale” se così si può descrivere, che prende spunto e idea iniziale dal meccanismo che fa volare i Kitesurf.
Si tratta infatti di far volare ad alta quota (1000 m metri ca) dei profili alari molto simili ad aquiloni. Questo perchè a quell’altezza il vento può essere sfruttato molto efficacemente, per maggiori tempi e su grandi estensioni.

Questo, sostengono i progettisti di Kite Gen, dovrebbe consentire una efficienza maggiore rispetto alle ormai consuete pale eoliche. Si stima infatti che su una superficie di circa cinque kilometri quadrati, un generatore Stem possa produrre energia paragonabile a ben 150 pale eoliche (che occuperebbero aree intorno ai 40 kmq). Anche dal punto di vista degli impatti ambientali (es. visivo) questo nuovo progetto, promette di essere maggiormente gradito al grande pubblico.

Guido Rosei

I commenti sono chiusi.

-->
Questo sito utilizza cookie di profilazione, eventualmente anche di terze parti. Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più consulta la cookie policy
x