febbraio 28, 2011 | In: Scienze e tecnologia

Ultimi aggiornamenti da Google

Google, si sa, è in costante aggiornamento ed evoluzione per offrire sempre il massimo della funzionalità. E’ notizia recente che il sito più visitato al mondo ha modificato, ancora una volta, l’algoritmo del suo motore di ricerca, per favorire contenuti di buona qualità (siti con contenuti originali e non duplicati, ricerche, approfondimenti, analisi, critiche, ecc.) e “penalizzare” quelli scarsi e “scopiazzati”.“L’aggiornamento è pensato per ridurre il ranking, ovvero la visibilità nei risultati di ricerca, dei siti di bassa qualità, quelli che hanno pochi contenuti di valore aggiunto per gli internauti o ad esempio con notizie fotocopia di altri. Allo stesso tempo saranno premiati i siti Internet di qualità, quelli con informazioni originali, analisi e approfondimenti – si legge in un comunicato stampa dell’azienda di Mountain View (Santa Clara – California) – Google ritiene di avere una responsabilità nell’incoraggiare un ecosistema sano, perché lei stessa dipende dalla qualità dei contenuti creati in tutto il mondo. Qualità che merita di essere riconosciuta”. L’aggiornamento è da segnalare, rispetto alle consuete modifiche apportate di tanto in tanto al “re” dei motori di ricerca, in quanto inciderà del 12% sui risultati delle ricerche. Il nuovo meccanismo, al momento attivo soltanto negli USA, verrà presto esteso anche in tutti gli altri Paesi. La modifica dell’algoritmo, che secondo alcune fonti nasce per ostacolare le “content farm” (siti come eHow e Answerbag, che pubblicano una grande mole di contenuti al giorno al fine di apparire ai primi posti dell’elenco dei risultati), non è da comparare alla “personal blocklist”, il meccanismo introdotto dal browser Google Chrome poco tempo fa e che consente agli utenti di bloccare i siti ritenuti inutili.

A cura di Maila Nuccilli

I commenti sono chiusi.

-->
Questo sito utilizza cookie di profilazione, eventualmente anche di terze parti. Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più consulta la cookie policy
x