aprile 21, 2011 | In: Cultura e Arte

Il Premio Pulitzer a una inchiesta pubblicata solo on line: la prima volta del Web

Venezia- 21 aprile 2011 – Riconosciuto per la prima volta il valore del giornalismo sul web.  Unico caso nella storiadel prestigioso premio  Pulitzer in cui il riconoscimento va  a un’inchiesta pubblicata solo online. La storica assegnazione ha premiato il portale di giornalismo investigativo ProPublica, che ha meritato il riconoscimento grazie a una serie di articoli sul mondo della finanza americano, “The Wall Street Money Machine” (letteralmente, “La macchina produci soldi di Wall Street”).

La redazione di ProPubblica si è così aggiudicata il primo premio nella categoria nazionale, dopo essere già stata premiata lo scorso anno per l’inchiesta sugli ospedali di New Orleans dopo il passaggio dell’uragano Katrina. Nel 2010 però il prodotto giornalistico del portale era stato pubblicato congiuntamente con l’uscita della domenica del New York Times. Quest’anno,invece, il riconoscimento non è condiviso con una testata cartacea, seppure importante come il New York Times. “Siamo contenti per questo premio – si legge sul portale di ProPublica – e profondamente onorati”. Tre anni dopo avere aperto le porte all’online, il Pulitzer di fatto riconosce il valore del giornalismo sul Web, in tutto e per tutto paragonabile a quello della carta stampata. Viene meno così un altro tabù e l’attività in Rete può essere valida e di qualità esattamente quanto quella “tradizionale”.

a cura di Maila Nuccilli

I commenti sono chiusi.

-->
Questo sito utilizza cookie di profilazione, eventualmente anche di terze parti. Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più consulta la cookie policy
x