maggio 18, 2011 | In: Economia e mondo produttivo

“Fantàsia”: a Venezia un progetto di integrazione lavorativa per persone diversamente abili

Sabato 21 maggio, alle ore 12.30, il vicesindaco di Venezia, Sandro Simionato, e l’assessore comunale al Commercio, Carla Rey, interverranno  alla conferenza stampa di presentazione del ristorante “Fantàsia”, alla Bragora (Castello, 3911). Il ristorante, voluto dall’impresa sociale “Uniamo Goldin”, come si legge in una nota dell’azienda, è in concreto un progetto sociale di integrazione e formazione lavorativa per persone diversamente abili e/o svantaggiate per far sì che tali persone possano diventare una “risorsa” e non un peso sociale. Si tratta di un progetto che rappresenta, per tutte le associazioni federate a Uniamo Fimr onlus (Federazione Italiana Malattie Rare) e non solo, un esempio di “buona prassi” da seguire e ricalcare e che inoltre ha tra gli obiettivi la realizzazione di un turismo sociale e accessibile e la promozione di attività culturali.

Maila Nuccilli

 

I commenti sono chiusi.

-->
Questo sito utilizza cookie di profilazione, eventualmente anche di terze parti. Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più consulta la cookie policy
x