giugno 11, 2011 | In: Italiani nel mondo, Politica

L’on. Merlo (MAIE) a Zurigo-Svizzera.”Insieme ai nostri connazionali per costruire una vera alternativa.”

L’on. Ricardo Merlo (MAIE-UDC) si è recato ieri a Zurigo per incontrare la collettività  italiana residente in Svizzera. Si tratta del primo appuntamento in Europa, del MAIE che, dopo aver stretto l’alleanza con l’UDC, si sta organizzando anche in questa ripartizione.
Insieme all’on. Aldo Di Biagio (FLI) Merlo ha incontrato il Console Generale d’Italia,dott. Mario FRIDEGOTTO, dal quale ha ricevuto aggiornamenti sulle condizioni e le necessità principali della numerosa comunità  italiana ivi residente.
Dopo un importante incontro con  esponenti delle associazioni italiane locali, l’on. Merlo ha anche partecipato, insieme all’On. Di Biagio al convegno “Il cambiamento è possibile. Difendiamo i diritti degli italiani all’estero”.
Il convegno che era stato promosso dal quotidiano l’Italiano e si è tenuto nella sede della Casa d’Italia, è stato aperto da un intervento del direttore Gian Luigi Ferretti, che ha affrontato innanzitutto la questione cruciale della truffa perpretata in danno di un numeroso gruppo di pensionati italiani del Canton Zurigo.
Di Biagio, nel suo intervento, ha spiegato il processo di sviluppo del Terzo Polo: ha parlato della scelta coraggiosa dei partiti moderati di affrontare una nuova sfida, per costruire una alternativa che abbia nella sua proposta e nel suo agire un progetto che includa una politica per gli italiani all’estero.
Nel suo intervento, in chiusura del convegno, l’on. Ricardo Merlo, Presidente del MAIE e responsabile UDC per gli italiani nel mondo, ha detto di essere contento di avere avuto questa occasione per poter incontrare la collettività  italiana residente in Svizzera, per  conoscerla ed ascoltarne le richieste. ” Oggi, mi sento molto vicino e solidale con quanti hanno subito delle ingiustizie qui nel Canton Zurigo; queste cose, purtroppo, accadono qui in Europa come altrove, anche se con modalità  differenti – ha spiegato il fondatore del MAIE.
“Anche in America Latina, sono gli anziani a soffrire pesanti ingiustizie   derivanti dai tagli orizzontali ai capitoli di spesa dell’assistenza sociale e sanitaria.”
Preannunciando, per i prossimi giorni, la sua partecipazione ad una serie di incontri  con militanti dell’UDC svizzera, Merlo ha poi concluso:”Io credo che sia arrivato anche in Europa il momento di cambiare. Stiamo lavorando anche qui per costruire una alternativa: il MAIE con l’UDC, insieme nel  Terzo Polo, hanno una reale possibilità  di affermarsi in questa ripartizione.
Il cambio è possibile anche in Europa, e noi lavoreremo insieme con i nostri alleati per gli italiani che sono stati dimenticati dall’attuale governo.”
Antonella Rega

I commenti sono chiusi.

-->
Questo sito utilizza cookie di profilazione, eventualmente anche di terze parti. Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più consulta la cookie policy
x