luglio 22, 2011 | In: Economia e mondo produttivo, Scienze e tecnologia

Chiudono i “laboratori” di Google

Roma, 22 luglio 2011 – “Continueremo a spingere sulla velocità e sull’innovazione” dicono le parole ufficiali dal blog di Google riguardo alla decisione, sembrerebbe definitiva, di chiudere i Google labs. Come noto, infatti, una delle più innovative caratteristiche dell’azienda di Seattle era la possibilità che dava ai suoi dipendenti di utilizzare fino al 20% del proprio tempo per ricerche, anche completamente indipendenti. Inoltre nei Google labs si faceva ricerca pura e quindi completamente svincolata da eventuali necessità di ritorni economici.
Sotto la spinta della concorrenza sempre più agguerrita, anche Google ha deciso di passare dalla “poesia” alla prosa, utilizzando alcuni dei risultati ritenuti utili che provengono dai suoi laboratori, senza però spingere ulteriormente su questa politica che evidentemente non ha pagato abbastanza.
Da ora in poi quindi 100% profitto anche dalle parti di Google.

Guido Rosei

I commenti sono chiusi.

-->
Questo sito utilizza cookie di profilazione, eventualmente anche di terze parti. Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più consulta la cookie policy
x