agosto 6, 2011 | In: Scienze e tecnologia

Acqua salata su Marte, più di un’ipotesi

Roma 6-8-2011 – Il telescopio HiRISE montato a bordo della sonda Nasa denominata MRO (Mars Reconnaisance Orbiter) ha da tempo catturato immagini del pianeta rosso che non sembrano lasciare dubbi agli studiosi: quelle scanalature larghe anche cinque metri, tracce scure lunghe centinaia di metri, potrebbero proprio essere “fiumi” di acqua salata.
In determinate stagioni quindi questa acqua salata scorrerebbe in piccole quantità lungo queste “tracce”. Si tratta per ora più di un’ipotesi presentata dalla Nasa in conferenza stampa e pubblicata su Science dal gruppo di ricerca di A. MacEwen (Univ. Arizona). Resta ancora molto da capire ovviamente su questo tema, primo fra tutti dove siano questi depositi di acqua salata che dalla forma ghiacciata, si andrebbero a liquefare scorrendo lungo i suddetti canali.

Guido Rosei

I commenti sono chiusi.

-->
Questo sito utilizza cookie di profilazione, eventualmente anche di terze parti. Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più consulta la cookie policy
x