settembre 26, 2011 | In: Cultura e Arte

Venezia – 26 settembre 2011 – Sono i vincitori del Leone d’argento, i giovani dell’ensemble milanese RepertorioZero ad aprire la giornata concertistica di martedì 27 settembre alla Sala delle Colonne di Ca’ Giustinian alle ore 18.00. Con un organico quartettistico di archi elettrici accompagnato dal regista del suono Fabrizio Rosso, collaboratore indispensabile per il tipo di musica proposto, il programma offre un panorama sugli sviluppi dell’elettronica applicata agli archi, alternando nuove esecuzioni a brani che sono già parte del repertorio contemporaneo. In prima esecuzione ci sono il quartetto elettrico scritto da un “irregolare” della musica come il canadese Jean François Laporte; Cruda, un trio dʼarchi elettrico che il giovane compositore italiano Carlo Ciceri ha scritto espressamente per RepertorioZero; O-zone per violoncello elettrico solo, scritto da Andrea Agostini nel 2003 e rivisto in occasione della Biennale Musica. Due sono gli autori storici di riferimento: Karlheinz Stockhausen, del quale verranno presentati tre estratti solisti da Orchester-Finalisten, e Steve Reich, che chiuderà il concerto con Different Trains.

Maila Nuccilli

I commenti sono chiusi.

-->
Questo sito utilizza cookie di profilazione, eventualmente anche di terze parti. Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più consulta la cookie policy
x