novembre 2, 2011 | In: Cultura e Arte, Sport

Undici metri: perchè?

Roma, 2 nov 2011 - E’ stato presentato al Festival Internazionale del Film di Roma, il docu-film di Francesco Del Grosso “Undici metri”, dedicato ad Agostino Di Bartolomei, lo storico Capitano della Roma negli anni 70-80. Romano di Tor Marancia, il giocatore si suicidò nel 1994 a soli 39 anni, lasciando oltre ad un grandissimo dispiacere per le migliaia di tifosi e di estimatori, anche tanti interrogativi.
In sala il tutto esaurito di spettatori, ma non sul red carpet dove erano attesi molti giocatori della Roma di oggi e dove sono invece intervenuti alcuni dirigenti e il giocatore Perrotta, oltre a vecchie glorie come Pruzzo, Righetti e Chierico. Presenti invece i veri tifosi della squadra come Verdone, che varcando il red carpet del Festival non nasconde un pò di delusione circa queste assenze.
Una indifferenza che fa risaltare ancora di più la figura dell’uomo Di Bartolomei, pieno di dignità in campo e fuori, autorevole e signorile, pronto a prendersi sempre la sua responsabilità di Capitano ogni volta che fosse stato necessario, senza mai tirarsi da parte. Anche quando c’era da tirare il rigore decisivo in finale di Coppa dei Campioni, mentre altri più blasonati giocatori rinunciavano. Tutto questo e molto altro ancora nel film di Del Grosso che ripercorre molti tratti della sua vita. Ma alla fine rimane sempre in tutti gli spettatori la stessa domanda di quando sono entrati: perchè?

Guido Rosei

I commenti sono chiusi.

-->
Questo sito utilizza cookie di profilazione, eventualmente anche di terze parti. Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più consulta la cookie policy
x