maggio 14, 2012 | In: Cultura e Arte, Scienze e tecnologia

Il Meccanismo di Anticitera svela alcuni dei suoi segreti

Venezia, 15 mag 2012 - Si tratta di uno dei misteri più fitti che anno dopo anno si cerca di svelare. Il ritrovamento, che risale al 1900 negli abissi davanti all’isola di Anticitera, di un complesso e misterioso meccanismo la cui funzione ancora oggi non appare chiara. Trovare questo apparecchio fu quasi come scoprire un aereo nella tomba di Tutankhamon – si disse all’epoca.
Con l’utilizzo da ultimo di speciali sonde a raggi x inviate appositamente ad Atene presso il Museo Nazionale, si è potuto constatare l’incredibile precisione di costruzione di questo “orologio degli astri” capace di misurare con dettaglio stupefacente persino i ritardi lunari, dovuto all’orbita ellittica, tramite un ingranaggio ad esso dedicato. La datazione della macchina (100-150 AC) potrebbe far pensare ad una applicazione degli studi di Archimede di Siracusa, fatto sta che lo strumento sembrerebbe essere non un “pezzo unico” quanto uno di una serie. Quasi che al tempo, fosse uno strumento noto e utilizzato forse anche per la navigazione.
Dai primi risultati delle ultime analisi effettuate ad Atene, appare indubbio come la precisione di questo strumento sia veramente fuori dall’ordinario e che la complessità non possa che derivare da una lunga storia pregressa ancora avvolta nell’oscurità. Il mistero ed il fascino di questo manufatto dunque, continuano ancora, alla pari degli sforzi dei ricercatori e degli ultimi studi che tenteranno di portare nuova luce sulla macchina di Anticitera.

Guido Rosei

I commenti sono chiusi.

-->
Questo sito utilizza cookie di profilazione, eventualmente anche di terze parti. Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più consulta la cookie policy
x