maggio 30, 2012 | In: Italiani nel mondo, Politica

Il MAIE Brasile presente a Buenos Aires per la grande manifestazione italiana. Luis Molossi: “Dobbiamo proteggere la nostra identità”

Buenos Aires 29 Maggio 2012: – C’era anche Luis Molossi Coordinatore MAIE Curitiba, delegato da Bruna Spinelli (Coordinatrice Nazionale ) a rappresentare il Brasile all’evento del MAIE a Buenos Aires. Dopo il rituale saluto ai presenti e alle autorità Molossi ha ripercorso le tappe della sua militanza nel MAIE fin dalla sua fondazione. Ha rivendicato il suo ruolo come costituente del Movimento associativo “Sono tra i fondatori del MAIE – ha detto e ha poi spiegato che – la mia formazione viene dall’associazionismo di volontariato, dove ho ricoperto incarichi come Consultore Veneto dello Stato del Paranà, Consigliere del Comites Paranà /Santa Catarina, e Coordinatore della Commissione Giovani dello stesso Comites. “

Luis Molossi, che fu candidato per il Senato nel 2008 con la Lista MAIE del Brasile, ha parlato anche del grande lavoro che – insieme ai coordinatori regionali Iotti, Zanette, Benedet, Petruzziello, Pieroni, Boscolo e Albiero – il Movimento Associativo sta compiendo nel paese ” per creare una struttura che vada dal Rio Grande del Sul, passando per San Paolo, Rio de Janeiro, Spirito Santo e tutto il Nordest, regioni dove sono maggiormente concentrate le popolazioni di italiani e di oriundi. “
Molossi ha concluso il suo intervento confermando il suo impegno col MAIE e con l’associazionismo ” per far crescere i rapporti con l’Italia, proteggere l’identità italiana, le scuole d’italiano (il nostro Centro Culturale Italiano ha più di 10.000 alunni iscritti), offrire opportunità di studio e lavoro ai giovani, ma anche sviluppare rapporti commerciali e imprenditoriali tra Italia e Brasile.
Se il Brasile è diventata oggi la sesta economia nel mondo – ha aggiunto con una punta di orgoglio Luis Molossi -  parte del merito è dovuta anche a noi italiani, emigrati e discendenti, che oggi possiamo dire a chi, in Italia, si  lamenta a volte del voto all’estero, che noi italiani nel mondo siamo una risorsa e non un problema per il nostro Paese.”

 

Antonella Rega

I commenti sono chiusi.

-->
Questo sito utilizza cookie di profilazione, eventualmente anche di terze parti. Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più consulta la cookie policy
x