giugno 6, 2012 | In: Ambiente, Cultura e Arte

“La vita negli oceani” nei cinema

Roma. 6-6-12 – Appena uscita la versione italiana del film di Jacques Perrin (Oceans il titolo originale). Si tratta di una produzione ad alto budget (58 milioni di euro) e grandissima qualità di immagini per introdurre lo spettatore dentro gli abissi marini. Tutte le “parole” sono lasciate all’oceano, solo poche frasi riflessive, tutto immagini, la stessa didattica viene lasciata completamente alle immagini che, appunto, parlano da sole. Niente trucchi 3D, solo i migliori professionisti della ripresa in acqua, tutta la concentrazione per entrare dentro lo spettacolo incredibile e terribile dell’acqua salata e della fauna che vive tutto questo da attore, da “dentro”. E in questo spettacolo della natura la presenza dell’uomo viene vissuta come una intrusione, spesso devastante.
Perrin, con il suo discorso didattico ecologico e poetico, mette l’accento proprio sulla responsabilità dell’uomo nel relazionarsi con questo mondo e nella sua (in)capacità di diventarne parte armonica.

Guido Rosei

I commenti sono chiusi.

-->
Questo sito utilizza cookie di profilazione, eventualmente anche di terze parti. Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più consulta la cookie policy
x