agosto 21, 2012 | In: Italiani nel mondo, Politica

Avv. Dario Signorini (MAIE Buenos Aires) “Siamo pronti ad agire giuridicamente per la difesa dei nostri pensionati in Argentina.”


Buenos Aires, 21 Agosto 2012: - “Le diverse iniziative politiche del Deputato Merlo e della Sen. Mirella Giai, innanzi al governo italiano e a quello  argentino, per ottenere il pagamento delle pensioni italiane in Euro sono già accompagnate da un’azione legale che coordino personalmente. Siamo pronti ad agire giuridicamente per la difesa dei nostri pensionati in Argentina”  Così ha annunciato in un comunicato l’Avv. Dario Signorini, coordinatore del Movimento Associativo nella Capitale Argentina.
“E’ una  risposta giudiziale quella che crediamo debba essere dovuta su una questione che, ad oggi, nega i diritti acquisiti dei nostri connazionali pensionati  danneggiandoli economicamente – ha spiegato Signorini, aggiungendo -  Con ciò non vogliamo creare false aspettative sul procedimento giudiziale che stiamo iniziando, dato che esso richiederà tempo e potrebbe avere soluzioni, allo stato, imprevedibili. Siamo prudenti perchè sappiamo che un’ istanza risolta positivamente nel primo grado di giudizio, può essere  ribaltata successivamente in appello. Non è nelle nostre intenzioni speculare su questo tema delicato. Ma  – ha concluso il coordinatore del MAIE – non rinunceremo per questo a mettere in atto tutte le azioni politiche e giuridiche possibili per difendere il potere d’acquisto dei nostri pensionati. L’azione che abbiamo iniziato (“AMPAROS”) ha come obiettivo ottenere, in ambito giudiziale, la restituzione dei diritti inficiati dalle misure adottate dal Banco Centrale della Repubblica Argentina; non appena avremo novità  informeremo sui risultati.” 

 

Antonella Rega

 

I commenti sono chiusi.

-->
Questo sito utilizza cookie di profilazione, eventualmente anche di terze parti. Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più consulta la cookie policy
x