novembre 30, 2012 | In: Italiani nel mondo, Politica

Approvato in Commissione al Senato l’emendamento Giai – D’Alia sulla costituzione dei comitati di controllo elettorali nella Circoscrizione Estero

Mirella Giai (MAIE):
” Tutto contro il gioco elettorale sporco dei furbetti.”
Roma, 30 Novembre 2012:-  Mercoledì scorso in Commissione Affari Costituzionali del Senato sono stati esaminati e votati alcuni emendamenti al disegno di legge per la riforma elettorale, riguardanti le votazioni nella circoscrizione estero. La sen. Mirella Giai ha espresso viva soddisfazione per l’accoglimento del suo emendamento, presentato a firma congiunta con il sen. D’Alia, che istituisce i comitati di controllo elettorali nella Circoscrizione Estero.“Alla luce di alcune note criticità rilevatesi nell’ ultima consultazione elettorale all’estero, con l’on. Ricardo Merlo avevamo studiato un sistema che consentisse un maggiore controllo sulle operazioni preliminari e successive al voto stesso -ha spiegato la coordinatrice del MAIE America Meridionale.  Da questa analisi sono scaturiti una pdl presentata dall’On. Ricardo Merlo e dal Presidente Casini alla Camera nel 2010 (AC N. 3878) e questo emendamento al Senato, che ieri è stato approvato in Commissione e di fatto accoglie la nostra proposta. Finalmente avremo una vera e propria supervisione sulle operazioni precedenti e successive al voto e nei consolati. Tutto contro il gioco elettorale sporco dei furbetti.”
Anche l’on. Merlo si è detto soddisfatto dell’approvazione dell’emendamento: ” Anche perchè – ha sottolineato – nel riformularlo, il relatore ha mantenuto intatto il senso della proposta del MAIE.”

 

Antonella Rega

2 Risposte to Approvato in Commissione al Senato l’emendamento Giai – D’Alia sulla costituzione dei comitati di controllo elettorali nella Circoscrizione Estero

Avatar

Giuseppe Fiamingo

novembre 30th, 2012 at 14:37

E in cosa consiste questa supervisione precedente e successiva al voto e nei Consolati?

Avatar

Antonella Rega

novembre 30th, 2012 at 14:55

Gentile sig. Flamingo,
la segreteria dell’On. Merlo ha già risposto all’email da lei fornita. Nel caso non avesse ricevuto la risposta le trascrivo il testo dell’emendamento approvato in Commissione.
*****
c) dopo l’articolo 12 è inserito il seguente:
«Art. 12-bis. – 1. In occasione di ciascuna tornata elettorale o referendaria, presso gli uffici consolari sono costituiti appositi comitati di controllo elettorali, ai quali compete il controllo di ciascuna delle operazioni previste dagli articoli 11 e 12.
2. I membri del comitato elettorale sono nominati dal capo dell’ufficio consolare, tra gli aventi diritto al voto nell’ambito del territorio di competenza dell’ufficio stesso, su designazione dei presentatori delle liste e delle associazioni degli emigrati presenti nella circoscrizione. Il presidente del comitato è designato dal capo dell’ufficio consolare tra gli aventi diritto al voto nell’ambito del territorio di competenza dell’ufficio consolare. Il presidente designa fra i membri del comitato un segretario.
3. I componenti dei comitati di controllo non possono essere candidati alle elezioni.
4. Il comitato elettorale svolge i compiti di controllo delle operazioni di ricevimento dei plichi di cui all’articolo 11, comma 2, di spedizione agli elettori di cui all’articolo 12, comma 3, di ricezione delle buste di cui all’articolo 12, comma 6, di controllo e di custodia di cui all’articolo 12, comma 6-bis, di invalidazione delle buste ai sensi dell’articolo 12, comma 8, e di invio delle buste all’ufficio centrale per la circoscrizione Estero competente per la ripartizione.
5. I membri dei comitati di controllo hanno diritto, individualmente o collegialmente, a:
a) assistere alle operazioni dì cui al comma 4;
b) verificare il numero dei plichi inviati, non consegnati ai destinatari e restituiti al consolato;
c) mettere a verbale eventuali osservazioni.
6. Le decisioni del comitato elettorale sono valide se adottate a maggioranza dei componenti; in caso di parità, prevale il voto del presidente. Delle operazioni compiute viene dato conto in un verbale.
7. Le anomalie riscontrate dai comitati elettorali sono comunicate tempestivamente al Ministero dell’interno, per l’adozione delle relative misure da adottare entro 48 ore.
8. Dalle disposizioni del presente articolo non devono derivare nuovi o maggiori oneri per la finanza pubblica.». (3.2000 Relatore)

-->
Questo sito utilizza cookie di profilazione, eventualmente anche di terze parti. Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più consulta la cookie policy
x