dicembre 29, 2012 | In: Politica

“Un 2012 denso di attività”: presentato dal presidente Turetta il bilancio di un anno di lavoro del Consiglio comunale

Venezia, 29 dicembre 2012 – E’ tempo di bilanci anche per il Consiglio comunale di Venezia. A tirare le somme di un 2012 denso di attività è stato, questa mattina, il presidente dell’assemblea, Roberto Turetta, con una conferenza stampa a cui hanno preso parte anche il vicepresidente, Domenico Luciani, e i consiglieri del Pd, Giampietro Capogrosso, e del PdL, Cesare Campa.  “Le fredde cifre – ha spiegato Turetta – non spiegano l’impegno dei consiglieri, che va oltre la presenza ai vari Consigli e alle Commissioni, o la presentazione di interrogazioni, interpellanze e mozioni, ma si sviluppa ogni giorno con contatti diretti con i cittadini, riunioni, studio degli argomenti che poi vengono discussi a livello istituzionale.” Le sedute del Consiglio comunale, nel 2012, sono state 39 (rispetto alle 41 dell’anno precedente), di cui 7 svoltesi a Mestre, con una partecipazione media dei consiglieri molto alta: ben 10 i “sempre presenti” (Belcaro, Borghello, Capogrosso, Giusto, Molina, Pagan, Rizzi, Alessandro Scarpa, Turetta e Vianello), altri 18 oltre la soglia del 90% e 14 oltre l’80%. In leggero calo anche il numero delle sedute delle Commissioni consiliari (287 rispetto alle 298 del 2011), così come quello delle delibere approvate (103 contro 154). In aumento invece il numero complessivo di interrogazioni, interpellanze e mozioni (635 contro 550), nonché le proposte di delibera di iniziativa del Consiglio (9 invece di 6). Consigliere comunale più “prolifico” in questa speciale classifica è Alessandro Scarpa (con 99 tra interrogazioni, interpellanze e mozioni presentate), davanti a Sebastiano Bonzio (62), Alessandro Vianello (58), Marta Locatelli (53) e Sebastiano Costalonga (50). “Il lavoro del Consiglio comunale, che tra l’altro è ormai tutto visibile ‘on-line’ nel sito del Comune – ha rilevato Turetta – risente in ogni caso anche di quello della Giunta, che nel 2012 ha prodotto meno delibere rispetto all’anno precedente: soprattutto c’è stata una stasi dell’attività amministrativa, che spero non si ripeta più, nei mesi di settembre e ottobre. Mi auguro inoltre che il 2013 sia ancora più prolifico anche per quanto riguarda le proposte di delibera di iniziativa consiliare, sia per poter dare da parte nostra risposte dirette agli elettori, che per offrire un contributo ancora più corposo al lavoro della Giunta stessa. Il nuovo anno sarà segnato, nei suoi primi mesi, da scadenze importanti: è quindi fondamentale che l’assise non rallenti la sua attività nemmeno in vista delle elezioni politiche di febbraio.”

Maila Nuccilli

I commenti sono chiusi.

-->
Questo sito utilizza cookie di profilazione, eventualmente anche di terze parti. Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più consulta la cookie policy
x