gennaio 10, 2013 | In: Italiani nel mondo, Politica

File davanti al Viminale per il deposito dei simboli per le elezioni 2013

Roma, 10 gen 2013 – Continua a perpetuarsi la “tradizione” delle lunghe ed estenuanti file davanti al Ministero dell’Interno per il deposito dei simboli dei partiti politici per le elezioni. Nonostante il freddo e la pioggia di quest’ultima giornata, molti rappresentanti di partiti, movimenti e liste, presidiano il posto conquistato in una fila autoregolamentata.  Dietro le transenne fatte predisporre dalla Polizia, in prima posizione risulta oggi il MAIE Movimento Associativo Italiani all’Estero  seguito dalla lista “Partito Pirata” poi dal MSI e via via da tutti gli altri.  Presenti anche molti rappresentanti del M5S che, nonostante sia in realta’ necessaria una sola persona per il deposito del simbolo, hanno pensato di presentarsi a decine, destando in un primo momento stupore e ilarita’ tra i presenti ma subito dopo anche molto nervosismo e tensione in particolare quando hanno iniziato a provocare coloro che stavano regolarmente in fila. Tutto questo accade in quanto secondo il regolamento vigente, chi deposita per primo un simbolo acquisisce il diritto di precedenza e di scelta rispetto ad un eventuale simbolo simile che venga presentato successivamente. Quindi i primi posti sono quelli che garantiscono maggiornamente dal pericolo di “plagio” piu’ o meno volontario.
La kermesse terminera’ domattina 11 gennaio alle 8,00 quando i funzionari del Viminale inizieranno ad accogliere i plichi per i depositi. Dopo questa fase verranno resi pubblici i simboli accettati.

Guido Rosei

I commenti sono chiusi.

-->
Questo sito utilizza cookie di profilazione, eventualmente anche di terze parti. Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più consulta la cookie policy
x