febbraio 19, 2013 | In: Economia e mondo produttivo

Google stores, provare per credere anzi per comprare


Roma, 19 feb 2013 – Sembra proprio che entro quest’anno compariranno i primi negozi fisici di Google: i Google stores oppure Chrome corners (ancora il nome non e’ stato scelto). Da una accurata ricerca di mercato infatti, sembra proprio che una considerevole fetta di mercato sia costituita da compratori che vorrebbero prima provare il prodotto per poi decidersi a comprarlo. Nel momento in cui il virtuale, compreso il negozio, sembra il futuro del commercio, questa scelta va in direzione opposta. D’altronde anche Apple (400 stores nel mondo) e Microsoft (64 punti vendita negli USA) hanno da tempo seguito questa strada con successo.
Infatti, oltre ai vantaggi di poter vedere toccare e provare i prodotti, vi e’ anche quello non secondario di una continua “pubblicita’ ” ai propri brand. Si aspetta a questo punto solo il taglio del nastro.
Guido Rosei

I commenti sono chiusi.

-->
Questo sito utilizza cookie di profilazione, eventualmente anche di terze parti. Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più consulta la cookie policy
x