maggio 20, 2013 | In: Italiani nel mondo, Politica

II° Congresso MAIE Europa – On. Merlo: “Cominciamo a preparare il convegno europeo dei ristoratori italiani all’estero e le nostre liste in tutto il mondo per le prossime elezioni di Comites e CGIE”

Roma, 20 Maggio 2013: – Si è tenuto  venerdì scorso  a Roma, presso la Camera dei Deputati a Palazzo Marini, il Secondo Congresso Europeo del MAIE, convocato dal Coordinatore Europa, Gian Luigi Ferretti.
Oltre ai parlamentari del MAIE  – on. Ricardo Merlo (Presidente), Sen. Claudio Zin (Vicepresidente MAIE Argentina) e all’on. Mario Borghese – era presente anche il deputato del PDL, on. Pino Galati che ha voluto portare personalmente un  saluto ai partecipanti al Congresso, sia in qualità di parlamentare che in qualità Presidente della Fondazione dei Calabresi nel Mondo.

All’ordine del giorno dei lavori del congresso l’analisi dei risultati delle elezioni di febbraio, l’aggiornamento delle linee programmatiche per l’Europa, e due blocchi tematici di approfondimento: il primo relativo al caso “Giachetta” (relatore Marco Tomassini), e al caso dell’olocausto degli italiani in Crimea; e un secondo riguardante gli “ 8 punti del MAIE” proposti per questa legislatura.
I lavori si sono aperti con gli interventi dei parlamentari: l’on. Mario Borghese, di fronte ad una platea di circa 60 persone – tra cui numerosi coordinatori del MAIE, osservatori e giornalisti,  ha raccontato della sua storia con il Movimento Associativo.
“ Sono stato candidato dal Presidente Merlo già a soli 25 anni, ha dichiarato il neo-deputato: ho iniziato questa “avventura politica” perché credo che come parlamentare si possa fare molto per la nostra gente.”
E’ stato poi il turno del sen. Claudio Zin  che ha parlato della recente costituzione in Senato del Comitato per gli italiani all’estero. Il sen. Zin ha anche sottolineato la necessità di maggiore coesione tra gli eletti all’estero.
L’on. Galati ha dichiarato di essere: “…un  sostenitore della prima ora delle nostre comunità italiane nel mondo che con il MAIE hanno avuto, hanno e continueranno ad avere una degna rappresentanza nel parlamento Italiano.” Poi ha parlato con passione dell’Italia come di “un Paese dalle grandi eccellenze” e degli italiani all’estero come di “ risorse positive inespresse”  che possono essere utili a “recuperare credibilità internazionale”.
Si è proseguito con la relazione del Coordinatore europeo Gian Luigi Ferretti. Ferretti ha descritto le attività del MAIE in Europa, rivendicandone  l’identità di movimento culturale slegato dai partiti, e ripercorrendone i principali passaggi – dalla sua costituzione (con l’elaborazione del documento programmatico) fino alle elezioni a fronte dei risultati conseguiti.  ”Ove richiesto, sono pronto a fare un passo di lato per il successo  del MAIE, perché non è mia intenzione mantenere un incarico di coordinatore per sempre.”Ha dichiarato.

Il Presidente Merlo ha poi chiuso la prima parte del congresso commentando i risultati elettorali di febbraio. Merlo ha definito la qualificazione del MAIE nelle 4 ripartizioni “ brillante.” Poi ha concluso: ” Il MAIE  è in questo momento la seconda forza politica all’estero. Abbiamo eletto tre parlamentari in Sudamerica. Abbiamo fatto eleggere un deputato in Nord America e mancato per pochissimi voti l’elezione di un deputato e un senatore in Oceania. Per quanto riguarda l’Europa, il risultato non è stato quello atteso anche a causa del fatto che i nostri candidati si sono divisi in due liste contrapposte. L’esperienza insegna, la prossima volta – anche in considerazione dei nuovi attori presenti sulla scena politica – sarà diverso.”
Poi parlando del futuro, Melro ha annunciato: “Adesso dobbiamo cominciare a preparare il convegno europeo dei ristoratori e anche le nostre liste in tutto il mondo per le prossime elezioni di Comites e CGIE. In parlamento dobbiamo lavorare ed essere uniti più che mai per difendere le nostre conquiste ed essere protagonisti delle riforme che sicuramente questa legislatura porterà avanti.”
Il Congresso ha registrato anche gli interventi da altri coordinatori MAIE tra i quali Ricky Filosa (Centro America), Francesca Alderisi (raccordo con le collettività), Luigi Billè (Gran Bretagna), Donata Robiolio Bose (Belgio).
Ospiti del MAIE anche l’Ambasciatore Torquato Cardilli,  il consigliere  CGIE Nazzareno Mollicone e Cesare Ranucci, figlio di Renato Rascel e Giuditta Saltarini, anch’egli italiano all’estero che ha lamentato il fatto che non ci sia stata nessuna degna celebrazione in Italia nel centenario della nascita di suo padre -  forse il più noto attore e cantante italiano all’estero.

 

Antonella Rega

I commenti sono chiusi.

-->
Questo sito utilizza cookie di profilazione, eventualmente anche di terze parti. Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più consulta la cookie policy
x