ottobre 3, 2013 | In: Italiani nel mondo, Politica

CRISI DI GOVERNO: In Parlamento solo il MAIE parla degli italiani all’estero

L’on. Ricardo Merlo chiede interventi urgenti su abolizione IMU, pensioni, Consolati, scuole, Made in Italy e cita Bergoglio: “Umiltà indispensabile per chi fa politica”

Roma, 2 ottobre 2013:- Oggi e’ stato il giorno in cui il premier Letta si è presentato alle Camere per chiedere la fiducia al suo Governo. Alla Camera dei Deputati il MAIE, rappresentato dal suo presidente on. Ricardo Merlo, ha fatto sentire la voce degli italiani all’estero chiedendo, prima di manifestare la dichiarazione di voto più attenzione verso i connazionali che vivono all’estero, una politica seria a sostegno di tutto il Sistema Italia.

Nel suo intervento, l’on. Merlo ha innanzitutto parlato della necessità di portare a compimento le riforme necessarie al rilancio del Paese : riforme politico-istituzionali, per dare stabilità ai mercati nazionali ed internazionali; una riforma economica, per avviare al più presto un percorso di crescita e sviluppo nazionale e, anche,  una serena riforma  della giustizia che  chiuda lo scontro permanente tra politica e magistratura, che assicuri definitivamente equilibrio tra  autonomia dei giudici e governabilità.

Ma dopo questa introduzione , il Presidente del MAIE ha voluto sottolineare “ la necessità di avviare una seria politica per gli italiani all’estero, finora totalmente assente. “

“Gli italiani all’estero – ha detto il Presidente del MAIE – rappresentano, oggi per l’Italia una vera opportunità. Basti pensare al Made in Italy, al turismo di ritorno e a  tutto un Sistema Italia all’ estero  che oggi  è in letargo per la mancanza di politiche attive. “

Quindi ha con forza segnalato quelli che ritiene interventi urgenti di cui tener conto, in linea con una visione di equità sociale e fiscale, quali: l’abolizione dell’IMU che  gli italiani che vivono oltre confine sono costretti a pagare, mentre si pensa di eliminarla in Italia – “un’assurda discriminazione” . La necessità di intervenire socialmente in favore dei cittadini più anziani e più deboli;  di potenziare i Consolati, le camere di commercio, le scuole italiane all’estero. “Azioni che  rimetterebbero in moto il Sistema Italia all’estero  aiutando anche il nostro Paese ad uscire dall’ attuale crisi.” ha aggiunto il Presidente del MAIE.

E ancora una volta, così come accadde nella prima fiducia data al Governo Letta, l’on. Ricardo Merlo, ha voluto ricordare le parole di Papa Bergoglio,  che ha fatto spesso riferimento all’importanza dell’impegno politico dei cristiani. “L’ Umiltà e amore per il popolo sono caratteristiche indispensabili per chi governa” Ecco,  umiltà una parola troppo spesso assente in questa aula.” Ha sottolineato l’on. Ricardo Merlo.”

In conclusione del suo discorso, l’on.Ricardo Merlo ha dichiarato: “Noi del MAIE, date le condizioni politiche, crediamo che questa non sia solo una fiducia ad un Governo: oggi noi siamo pronti a votare a favore la fiducia al nostro Paese, la fiducia alla nostra cara Repubblica Italiana. “

 

Antonella Rega

I commenti sono chiusi.

-->
Questo sito utilizza cookie di profilazione, eventualmente anche di terze parti. Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più consulta la cookie policy
x