novembre 19, 2013 | In: Cultura e Arte

Muore Marcello d’Orta, maestro e scrittore

Napoli, 19 nov 2013 – “Io speriamo che me la cavo” e’ stato un libro e poi un film di successo. Deriva direttamente dall’esperienza di Marcello d’Orta, morto di tumore a 60 anni a Napoli, scrittore e maestro nelle scuole elementari napoletani. Divenne noto proprio per quel libro che apriva una luce diversa sulla realta’ a Napoli, sulla vita vera, quella vissuta dai bambini che lui aveva ogni giorno di fronte e che erano costretti a fare i conti con la loro vita “sgarrupata”.

Raccolse infatti alcuni temi particolarmente significativi dei suoi alunni e li collaziono’ in un affresco vero, da dove veniva fuori la “voce della verita’” quella degli “innocenti” per loro stessa natura, e non quella degli amministratori cittadini, e neanche quella della cultura ufficiale che spesso vede cose che noi umani non possiamo nemmeno immaginare. La voce dal basso, se cosi’ si puo’ dire, di chi vive ancora oggi un meridione lontano dalla modernita’, dove con innocenza e umorismo si parla di problemi quotidiani quali il contrabbando, la camorra, la prostituzione, la malasanita’, la malaeducazione e dove “non c’e’ nessuno che chiede la limosina perche’ sa che nessuno gliela puo’ dare”. Scriveva un bambino “ci sono popoli ricchissimi, che non sanno neanche dove sta di casa la fame, ma c’e’ l’India, l’Africa e la Basilicata che lo sanno dove sta di casa, la fame!”   Questi ed altri “pensierini” sono come tessere musive di un unicum che, quando si termina il libro, ci lascia ancora oggi, un sorriso amaro.

Guido Rosei

I commenti sono chiusi.

-->
Questo sito utilizza cookie di profilazione, eventualmente anche di terze parti. Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più consulta la cookie policy
x