agosto 29, 2014 | In: Cultura e Arte

In cantina: la realtà nascosta alla 71.Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica

Venezia – 29 Agosto, 2014 Le cantine non sono luoghi polverosi dove dimenticare le cose. Almeno non lo sono le cantine dei protagonisti del film Im Keller, l’ultima opera del regista austriaco Ulrich Seidl presentata alla 71. Mostra del Cinema di Venezia.
Il film fotografa una realtà sotterranea, nascosta, intima. È in questi luoghi che le persone si mettono a nudo: una discesa verso la libertà, verso una sorta di zona franca dove si può smettere di dover-essere. C’è chi è finalmente madre, chi dà voce a un talento non valorizzato, chi si abbandona a un piacere altrimenti inconfessabile. Qui si può. E tutto questo solo qualche gradino più in giù rispetto alla rassicurante e superficiale realtà quotidiana.

Anna Corazza

I commenti sono chiusi.

-->
Questo sito utilizza cookie di profilazione, eventualmente anche di terze parti. Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più consulta la cookie policy
x