marzo 16, 2015 | In: Ambiente, Cultura e Arte, viaggi e turismo

Taranto Opera Viva: parte il progetto di Alessandro Bulgini per la città

Roma, 16.03.2015: – Tra il 18 marzo al 18 aprile la città di Taranto sarà il centro nevralgico delle performances artistiche di Alessandro Bulgini che, nella città vecchia, produrrà installazioni, operazioni sul territorio, flash mob, concerti coinvolgendo consapevolmente e/o inconsapevolmente tutti i cittadini che lo incontreranno per la strada.
Alessandro Bulgini, artista contemporaneo nato a Taranto, che ha vissuto la sua consacrazione professionale lontano dalla città ionica, dopo 30 anni di assenza torna nella sua città d’origine e,  per un mese (a partire dal 18 marzo sino al 18 aprile), realizzerà una serie di interventi, azioni e attività artistiche multidisciplinari che coinvolgeranno l’intera comunità cittadina, e in particolare quella della città vecchia e si concluderanno con una mostra nello storico Palazzo Pantaleo, nella città vecchia.
Quartieri, tradizioni, identità personali e collettive, aree pubbliche e private – e nello specifico le realtà culturali urbane – collaboreranno in quello che sarà un grande, inclusivo workshop quotidiano.
L’intenzione dell’artista è quella di relazionarsi fortemente con l’ambiente e i suoi abitanti e, tramite lo scambio culturale, stabilire relazioni vivide con luoghi e persone, lasciando tracce oggettuali, performative, pittoriche, installative, la cui documentazione sarà successivamente mostrata tra il 18 aprile e il 16 maggio 2015 negli spazi di Palazzo Pantaleo nella città vecchia come sorta di luogo di compendio delle molteplici attività svolte in città durante il mese precedente.
10 magliette e una felpa rosse con logo Taranto Opera Viva; un pantalone da tuta, due paia di pantaloni e scarpe anch’esse rosse, costituiranno l’abbigliamento indossato da Alessandro Bulgini durante la sua permanenza in città, utile ad essere il più possibile soggetto d’attenzione nei percorsi quotidiani.
Il progetto si articolerà in due fasi:una iniziale di produzione artistica (18 marzo-17 aprile), all’interno della città vecchia, dove i quartieri storici e più caratteristici della città diventeranno palcoscenico e i cittadini protagonisti  dell’opera creativa dell’artista;
una finale ( 18 aprile- 16 maggio), di esposizione nel Palazzo Pantaleo delle molteplici attività svolte in città nel corso del mese precedente con l’ obiettivo di valorizzare l’identità della città e dei suoi residenti, trasformando Taranto in un luogo di sperimentazione artistica, di festa, di accoglienza e socialità. Comincia così, questo progetto di Alessandro Bulgini per la rinascita  della città.

 

Antonella Rega

I commenti sono chiusi.

-->
Questo sito utilizza cookie di profilazione, eventualmente anche di terze parti. Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più consulta la cookie policy
x