febbraio 10, 2016 | In: Cultura e Arte

Toto in concerto a Montichiari: classe senza tempo

Milano, 8 febbraio 2016 – Il pubblico accorso ieri sera al Palageorge di Montichiari per la seconda data del tour mondiale dei Toto è tra i più eterogenei in circolazione data la lunga carriera del gruppo americano: Steve e compagni, nonostante un piccolo problema tecnico iniziale, hanno fatto saltare e battere le mani a più di 4000 mila fan. La scaletta portata in scena ha spaziato tra i brani del nuovo album “Toto XIV” e i classici che hanno reso immortale la band, portandola a vincere nella loro storia sei Grammy Awards e a vendere più di 35 milioni di dischi: dopo l’inizio prog di Running Out of Time, un tuffo indietro di 38 anni con “I’ll supply the love”, passando per le ballate “I won’t Hold You Back” e “George Porgy” e le intramontabili “Hold the Line” e “Pamela”. Steve Porcaro (“Ehi, it’s me”) tornato ufficialmente a far parte della band è uno sciamano che estraie dalle sue tastiere suoni e colori, facendo da contraltare a David, l’anima superstite dei primi Toto insieme a Steve Lukather. Il concerto finisce con l’immancabile “Africa” arricchita dalle percussioni di Castro, con il supporto dei coristi ad un intramontabile Joseph Williams che tiene il palco ancora con grande maestria.

I Toto sono ancora qui. E hanno ancora molto da dire.

Alessandro Frescura

I commenti sono chiusi.

-->
Questo sito utilizza cookie di profilazione, eventualmente anche di terze parti. Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più consulta la cookie policy
x