giugno 29, 2016 | In: Ambiente, Italiani nel mondo, Scienze e tecnologia

Anche un rappresentante di Seagatoo sulla Pelagia NIOZ per studiare gli effetti dell’industria estrattiva mineraria oceanica

Isole Azzorre, Giugno 2016:- Con una domanda sempre crescente di risorse minerali da parte dell’industria mondiale, e con il progressivo esaurimento delle riserve conosciute sulla terra, il mondo potrebbe presto essere testimone di una nuova corsa all’oro verso le risorse minerarie presenti sul fondo dell’oceano. Tra queste i massicci depositi di solfuro che si formano localmente per precipitazione degli sfoghi di bocche vulcaniche presenti sul Mid Atlantic Ridge. Senza precedenti nella storia, l’impatto sull’ambiente marino dell’industria mineraria estrattiva del fondo marino, di recente sviluppo, è ancora difficile da prevedere. L’area idrotermale attiva sul Mid Atlantic Ridge delle Azzorre, contenente massicci depositi di solfuro di potenziale interesse per l’industria mineraria, è stata scelta come oggetto di una ricerca iniziata lunedì scorso, a cui partecipano scienziati e studenti di varie nazionalità.

 


Tra questi per la prima volta anche Francesco Cassano, co-fondatore di Seagatoo Onlus (www.seagatoo.org) e oceanologo (Master di Oceanologia, Meteorologia e Climatologia dell’Università di Utrecht, Olanda). La missione scientifica, che si svolgerà per circa un mese a bordo della Nave Pelagia NIOZ, ha lo scopo di raccogliere dati necessari per la previsione, il monitoraggio e la mitigazione degli impatti ambientali causati dalle miniere d’altura.

Guido Rosei

 

 

Francesco Cassano

  

 PHOTOS (Francesco Cassano, Royal Netherland Institute for Sea Research)

I commenti sono chiusi.

-->
Questo sito utilizza cookie di profilazione, eventualmente anche di terze parti. Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più consulta la cookie policy
x